... benvenuti nel mio Blog di dolci, cucina e pensieri...

Qui potrete trovare ricette, foto e tutto ciò che può farvi avvicinare al magico mondo della cucina!

sabato 31 agosto 2013

La crostata di mandorle di Wladimiro!


Se vi sentite giù e volete qualcosa che vi tiri su, allora preparate questa crostata e volate dritti dritti in Paradiso! Non perché velenosa, sia ben chiaro, ma perché manda davvero in estasi...

Mio marito è mooolto goloso di mandorle, così mi sono informata su qualche dolce a tema. Di ricette di crostate di mandorle ne ho trovate molte, ma tutte alquanto pesanti, con almeno 5 o 6 uova intere in totale e più di 300gr di zucchero. Dato che le mandorle sono già abbastanze caloriche di suo, mi sembravano dosi davvero eccessive. Va bene i dolci, ma senza esagerare, non credete?

E così ho modificato un po' gli ingredienti ed ecco a voi la ricetta.

Per la pasta:
- 50gr di burro morbido
- 50gr di zucchero
- 60gr di farina autolievitante
- 60gr di farina 00
- 1 bustina di vanillina
- latte qb per impastare
In pratica si tratta di una pasta frolla senza uova e il lievito presente serve a dare all'impasto quella friabilità che viene a mancare proprio per l'assenza delle uova.
Una volta preparato l'impasto, si lascia riposare in frigo il tempo necessario a preparare la crema della farcitura.

Per il ripieno:
- 300gr di farina di mandorle
- 10gr di farina di mandorle amare
- 200gr di zucchero
- 3 uova intere
- 1 cucchiaino di cannella in polvere
- 1 cucchiaio abbondante di marsala
- latte qb per rendere morbida la crema (potrebbe anche non servire... dipende dalla qualità della farina di mandorle e dalla grandezza delle uova)

Si lavorano gli ingredienti del ripieno in una grande ciotola, cercando di ottenere una crema bella morbida. Con la pasta si fodera uno stampo di 24cm tenendo i bordi molto alti. Praticate con una forchetta dei buchini alla pasta, quindi versate la crema. Appoggiate sul ripieno la pasta del bordo, senza schiacciarla. Infornate a 180°C per 40 minuti circa (se possibile, la prima mezz'ora inserite la modalità che scalda più la parte inferiore del forno).
Già solo l'odore in fase di cottura conquisterà i vostri sensi. Quando poi taglierete la prima fetta vi sentirete felici e capaci di amare tutto il mondo...


Se avete qualcosa da farvi perdonare, non indugiate... regalate questa crostata e pace sarà fatta.
Potenza dei dolci...

Con questo dolce partecipo al primo contest del blog "I biscotti della zia". Incrociate le dita per me!

 
... dolce notte a tutti e restate in contatto per altre fantastiche ricette!

6 commenti:

  1. Ciao Vale, grazie x questa ricetta, la inserisco immediatamente nel contest ^_^
    Mi sono aggiunta anche ai tuoi lettori, il tuo blog mi piace e ti seguirò con grande piacere!
    la zia Consu
    ps: x aggiungere il mio blog su Bloglovin trovi il pulsante rosa in home page, prova e fammi sapere! Buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Consuelo,
      grazie per avermi inserita nel tuo contest e per esserti aggiunta tra i miei lettori.
      Il mio blog, come puoi vedere, è in fase di aggiornamento, ma spero in breve di organizzare bene le pagine per rendere più semplice la navigazione tra le mie ricette.
      A presto e... incrocio le dita! :-)

      Elimina
  2. ma che bontà! mi ispira un sacco questo dolcetto !!
    sai che piacerebbe anche a mio marito?
    c'è la cannella gli piace tanto!
    ahahah
    buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simo,
      sono felice che il mio dolce ti ispiri. Devo dire che è proprio un dolce "maschio"!
      Se mai decidessi di provarlo, fammi sapere!
      A presto.
      Vale

      Elimina
  3. è una crostata molto interessante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non solo... è anche molto buona! :-)

      Elimina